salvini-di-maio-1350-675x275

O pazzi o geni

Come non mai il dibattito tra gli italiani vede due schieramenti contrapposti. Coloro che ritengono positiva e foriera di successo la manovra economica del governo e quelli che invece la considerano presagio di sventure.

Non essendo un economista,  come tanti italiani, ho le mie idee che sono frutto di sensazioni, idee politiche, simpatie o antipatie ma non è di ciò che penso che voglio scrivere ma solo provare a elencare le differenze tra gli ottimisti e i pessimisti.

L’opposizione al governo giallo-verde altrimenti detto Di Maio-Salvini (non certo Conte che svolge una funzione simbolica ), si divide tra gli alleati della Lega e cioè Berlusconi e Meloni che appoggiano quando fa loro comodo i provvedimenti governativi e  attaccano per le stesse ragioni quando quelle decisioni possono cozzare gli interessi dei loro elettori. Nulla di strano, fa parte della politica agire per i propri interessi, se qualsiasi schieramento politico dovesse agire per l’ideologia che rappresenta o che dice di rappresentare, raccoglierebbe qualche centinaio di voti e nulla più.

Accanto a questa opposizione di destra vi è quella di sinistra costituita da poche forze collocate in ciò che rimane dell’ideologia operaia e proletaria e che conta davvero poco. C’è poi il PD di Renzi ( che per me non è sinistra )  che dopo aver fatto nulla o quasi per il paese è riuscito a consegnare l’Italia a Salvini e a Grillo dopo aver ottenuto il 40%  alle ultime europee. Un  ‘impresa titanica e ai limiti dell’impossibile, un po’ come se la Juventus nel girone di ritorno lottasse per non retrocedere in B ! Questi raggruppamenti d’opposizione ritengono che le manovre mese in atto o per meglio dire proposte dell’ultima manovra economica, porteranno l’Italia al fallimento con conseguenze nefaste per il futuro. Non osservare le regole imposte dall’ Europa sarebbe l’inizio della fine, il famoso spread alle stelle farebbe cadere le famiglie nella miseria assoluta, la riforma della “ Fornero “ getterebbe l’INPS nel baratro, insomma solo restando fedeli alle decisioni europee e delle annesse banche potremo evitare la fame anche se resta da capire come mai, in questi ultimi anni, pur seguendo l’Europa e le banche non si sia visto il benessere.

Il fronte governativo sostiene esattamente il contrario. La manovra economica giallo-verde contribuirà a far crescere il paese, darà lavoro ai giovani,  porterà giustizia a chi vuol finalmente andare in pensione anche se certi condoni con manine o meno sanno di vergogna per chi le tasse le ha sempre pagate e non avrebbe alcun modo per non pagarle , leggi dipendenti e pensionati !

A questo punto, non rimane che aspettare con l’augurio sperando che certe pagliacciate nei salotti di Vespa o sui social terminino, che la si smetta di parlare solo degli immigrati e di inventare tunnel,  perché l’ Italia deve capire se davvero rinascerà o sprofonderà e soprattutto capire se Di Maio e Salvini sono due pazzi che non stanno capendo nulla e che stanno distruggendo l’ Italia o due geni che con questa rivoluzione vogliono cambiare un sistema economico e sociale.

Vedremo, sperando di vedere !

Post Navigation

 

Lascia una risposta