whatsapp-payments

C.T.F. e vai sul sicuro !

Dvvero interessante affermare ciò che in questi giorni si può notare su Whatsapp.

Quando il governo Renzi volgeva al termine,  le vignette sull’ex premier potevi inoltrarle a quasi tutti i tuoi contatti su whatsapp. Pronte le faccine di sorrisi di risposta .

Una situazione che si è prolungata sino al giorno del rifiuto del Presidente Mattarella al primo governo giallo-verde ma non appena Giuseppe Conte si è insediato a Palazzo Chigi tutto è cambiato. Guai a girare vignette dove sorridendo si scherza sul professore avvocato degli italiani, guai a scherzare sul fatto che Salvini abbia accettato di fare il vice ad un terrone, guai a scherzare sul fatto che il presidente non sia stato eletto dal popolo ( come Renzi ) e tanto altro.

Un po’ come succede con le battute calcistiche. Sconsigliato inviare ad un tifoso della Juve vignette sulla rovesciata di Ronaldo o sui fruttini di Buffon, idem se giri ad un interista battute sui tatuaggi di Icardi e sulle abbondanti forme di Wanda, non opportuno girare ad un tifoso del Milan qualcosa sul misterioso proprietario cinese e sull’eventuale esclusione dalle coppe…

Dalla mia esperienza posso affermare che ho solo uno, leggesi “ 1 “ amico di whatsapp che da renziano e tfosissimo della Juve è sempre il primo a girarmi vignette che ironizzano su Matteo fiorentino e sulla Juve.

Da interista ho provato a girare ai miei amici nerazzurri le vignette che sfottono l’Inter ottenendo risposte silenziose….e mi è andata bene.

Addirittura  un compagno di classe del liceo , è arrivato al punto di darmi pubblicamente in un gruppo  del ” pazzo da ricoverare ” la sera del rigore contro la Juve a Madrid. Potrebbe avere ragione sulla sua diagnosi ma è un peccato cancellare una vecchia amicizia preferendo gli interessi milionari dei grandi club !

E’ quindi necessario che prima di girare le vignette sportive-politiche a determinati contatti di whatsapp analizzare la loro sensibilità. Guai a toccare miti e illusioni !

Alla fine,  non rimane che girare senza filtri e analisi psicologiche, le classiche battute sui carabinieri, le barzellette raccontate a tavola e soprattutto quelle che accontentano tutti i maschietti , da destra e sinistra passando per il centro: culi,  tette e fighe ( o fiche secondo la provenienza geografica ) di leggiadre fanciulle.

E’ un po’ triste ma vai sul sicuro !

Post Navigation

Lascia una risposta