capitano

Cap. mio cap ! ( A chi dà fastidio a za Cuncittina ? )

Lo scorso 25 settembre pubblicai un articolo ” In direzione ostinata e contraria ”  dove illustrai come persino le  tappinate della Za Cuncittina erano cadute sotto la mannaia di una testata web trapanese che,  ufficialmente  per motivi tecnici  legati al restyling del sito, non aveva più dato spazio alle “ irriverenti esternazioni “ della zia.

Dopo quell’ articolo, per una sola partita ( Latina-Trapani ) riprese la collaborazione ma dopo il 2-2 contro la Ternana…ancora il silenzio. Questa volta non potevano esser motivi tecnici legati al sito e neppure il fatto che il piccione viaggiatore si fosse smarrito nel volo Verona-Trapani !

Un silenzio che sapeva di qualcosa che non andava e che oggi interpreto alla luce di due episodi.

Il primo legato a ciò che in premessa aveva scritto “ Lo Sportivo “ per presentare le tappinate dopo Latina-Trapani. Laura Spanò aveva precisato che il commento della za Cuncittina era “ a tratti un po’ sopra le righe “. Definire “ sopra le righe “il libero pensiero altrui altro non è che un non condividerne il contenuto e mettersi al riparo . In pratica , per evitare che qualcuno mi possa accusare di connivenza con ciò che blatera la vecchia tappinara sicul-veronese, ne prendo le debite distanze. Della serie “ le ha scritte lui, io non c’entro e l ‘ ho scrivo !” .

Secondo aspetto. Il Trapani pareggia contro la Ternana.  Nei giorni precedenti Cosmi aveva tuonato contro i giornalisti o almeno contro quelli ( pochissimi ) che ponevano domande come quelle della zia , cioè “irriverenti “. Magia del calcio , nella “ Sala stampa Franco Auci “ , malgrado il caldo torrido e il grondante sudore di Serse, scende il gelo del…” non facciamolo arrabbiare “.

Neppure una domanda che fa irritare Cosmi. Malignamente penso che il mister perugino abbia bevuto un litro di camomilla ed è questo il motivo per cui  non si sia adirato alle “pungentissime” domande dei giornalisti trapanesi sull’ennesima delusione  !

Ecco, ad esempio,  cosa chiede al mister granata la collega Laura Spanò  de “ Lo Sportivo Magazine “ .   “ Rispetto alle altre partite abbiamo notato, almeno io, i ragazzi sul vantaggio avversario hanno comunque continuato la partita fino alla fine e comunque qualcosa sta maturando, i ragazzi stanno prendendo coscienza. “. E Serse Cosmi annuisce. Ad una domanda così difficile e impegnativa, non poteva certo sbattere il braccialetto di metallo sul tavolo!!!

Evidentemente Lo Sportivo e Laura hanno visto un’altra partita. Qui a Verona, sarà colpa della nebbia e del freddo, abbiamo visto in TV il Trapani giochicchiare, mettere sicuramente impegno ma offrire una prestazione che definirla deludente è poco. Qui a Verona abbiamo visto un punto guadagnato ( o due buttati dalla Ternana ) ma forse anche in riva all’ Adige siamo irriverenti e andiamo sopra le righe !

Del resto non tutti siamo esperti di calcio. Non tutti i giornalisti devono sapere sanno che il pallone è tondo e il campo è rettangolare.

Nel 2013,  un collega o una collega a San Marino, nel corso di quella partita vinta dai granata per 1 a 0 ( gol di Abate ) leggendo il foglietto delle formazioni in tribuna stampa mi chiese cosa significasse quel suffisso CAP. prima del nome Pagliarulo. Evidentemente credeva fosse il suo codice di avviamento postale e forse stava cercando il numero a cinque cifre !

Cap. mio cap. avrebbe detto Robin Williams !

Insomma, non possiamo pretendere l’onniscienza dai giornalisti. Provate a chiedermi qualcosa di chimica e vi guarderò come E.T. !

E tornando alle “ tappinate proibite “ ecco che oggi mi viene comunicato che da un po’ di tempo non sono più quelle della scorso campionato  Si tratta di sfoghi dialettali di Beppino Tartaro e sono ben diverse dalle prime ! Anche qui sarebbe meglio esser E.T. ma forse qualcuno dimentica che qualsiasi opera d’ingegno realizziamo, anche la più banale, mettiamo sempre una parte di noi. Uno scrittore nel suo libro mette qualcosa di sé, come un pittore nei suoi quadri , un falegname nel mobile ! Lo scorso anno il Trapani credo giocasse ben diversamente e dopo nove partite non era ultimo ! Cosa voleva lo Sportivo  che scrivesse l’irriverente zia ? Proviamo ad immaginarlo.  “ Sugnu rispiaciuta cu Trapani pedde, mi sentu comu u sculapasta quannu etti l’acqua unni  cucisti i busiate ! “.  Traduzione: sono dispiaciuta per il Trapani,  provo la sensazione di sentirmi come uno scolapasta dopo che si è svuotata l’acqua dove si son cotte le busiate( pasta tipica trapanese )! “.

Constatata l’ennesima sfiducia ( tra l’altro nel mezzo c’era stato l’invito a non scrivere troppo per …questioni di spazio ) della testata , ho comunicato che non siederò più sulla panchina de “ Lo Sportivo !

Scrivendo solo per passione e amando la satira ho tolto le castagne dal fuoco alla redazione. Non credo si stiano strappando i capelli , anzi, direbbe la zia… ” si livaru un pisu ” ( si son tolti un peso ) e almeno non dovranno più far precedere le tappinate da prese di distanza .

Adesso, cari colleghi, sarete liberi di continuare a complimentarvi con Cosmi rimarcando sul fatto che i giocatori hanno continuato a giocare malgrado lo svantaggio !!! Una curiosità per la collega Spanò. Ma cosa pensavi che facessero i giocatori dopo l’ 1-2 contro la Ternana ? Seppuku ( o harakiri ) con sciabole affilate ?! Hanno fatto solo quello per il quale sono profumatamente pagati . Correre e giocare !

Laura Spanò sei una brava giornalista e ti occupi egregiamente di cronaca e da qualche anno anche di sport ma credo che la satira non sia qualcosa che ti appartenga. Non è una tua colpa ma avrei preferito che tra colleghi fossimo stati più sinceri , non occorrevano le righe sopra o sotto, bastava dirmelo e vi avrei capito. Restava la reciproca stima malgrado la diversità di idee e il modo diverso di intendere la libertà di stampa !

Del resto non saresti stata la prima a non voler più i miei scritti, altre testate locali come quelle che distribuiscono i giornalini il sabato allo stadio o nei bar, hanno da tempo cessato di chiedermi i commenti.  Giornalisti liberi anche loro, ovviamente !

Da parte mia un sincero in bocca al lupo  a “Lo Sportivo ” ma soprattutto in bocca al lupo al mio Trapani che, cara Laura, ho visto giocare quando tu non eri neppure nata e non sapevi di che colore fosse la maglia della squadra della mia città  !

E per concludere un caro saluto dalla za Cuncittina a tutti i tifosi granata con la certezza che le sue tappinate proseguiranno sul web e sull’etere .

Con irriverenza e sempre sopra le righe…FOZZA TRAPANEEEEEEEE!!!!!!!!!!

Post Navigation

2 Thoughts on “Cap. mio cap ! ( A chi dà fastidio a za Cuncittina ? )

  1. giuseppeferlito on 20 ottobre 2016 at 20:00 said:

    Bravo Beppinu meu, vai avanti sempre così, sei tutti NOI.
    SEMPRE FORZA TRAPANEEEEEEEEEEEE, la nostra cara città.

Lascia una risposta