Foto Francesco Genovese

Misteri ? Sempre meno turisti !

Foto Francesco Genovese

Le località turistiche o quelle che ambiscono ad esserlo, vivono soprattutto di quegli eventi che richiamano in quelle date ancor più visitatori . Siena, tanto per fare un esempio, è una meta ampiamente visitata durante tutto l’anno ma è indubbio che nei giorni del Palio le presenze turistiche  lievitano decisamente e ciò vale per altre località italiane dove si programmano quegli eventi in funzione di una maggiore ricettività.

A Trapani quale evento potrebbe ogni anno richiamare turisti in misura esponenziale? Non certamente le festività ferragostane, legate alla trapanesità  del culto di Maria; neppure il Natale dato che l’atmosfera è più tipica delle latitudini settentrionali. Vi sarebbe la primavera quando la Sicilia gode di un clima favorevole e dopo il lungo inverno , i nordici  d’ Italia e d’Europa hanno voglia d assaporare i primi tepori .

La città di Trapani non per sua scelta ma per tradizione legata ad un passato glorioso e ben diverso dall’attuale presente, ha avuto in dono una manifestazione unica nel suo genere. Venti gruppi scultorei , realizzati dagli artigiani trapanesi e realizzati in un arco di tempo che va dal 1612 al 1782, hanno donato alla città la potenzialità di caratterizzarsi e identificarsi con la processione del venerdì santo. In nessun luogo cristiano, il venerdì di Passione vede sfilare ventiquattro ore di processione; in nessuna parte del mondo cristiano si ha ( si potrebbe avere ) una teatralità espressiva così intensa e profonda.  Trapani dovrebbe vivere di quest’evento,  nei giorni precedenti e successivi l’indotto turistico dovrebbe aumentare da rasentare il “ tutto esaurito “ ed invece quest’anno si è toccato il fondo delle presenze turistiche.

Sicuramente le varie statistiche presentate dagli operatori di categoria negheranno questo calo ma i trapanesi hanno notato che di turisti ne giravano pochi. Colpa della crisi economica ? C’è da anni e si viaggia egualmente, anzi spesso le difficoltà economiche fanno affluire ancor più turisti dai paesi meno colpiti dalla recessione  Colpa degli attentati terroristici? Potrebbe influire ma allora le grandi città potenziali bersagli di attacchi terroristici come Roma, Venezia, Firenze, Napoli, Verona, ecc..dovrebbero registrare crolli vertiginosi che invece non ci sono stati , qualche calo sicuramente ma non così evidente come a Trapani ! Colpa di Ryanair e dei suoi minacciati tagli ai voli ? Potrebbe esser una delle concause ma non così preponderante da potare drasticamente l’albero dei turisti! Colpa del tempo ? Normalmente le vacanze pasquali si prenotano con largo anticipo quando ancora non si sa che tempo farà ! E se invece, detta così, fosse colpa di chi organizza la processione dei Misteri e delle istituzioni che passivamente gli vanno dietro ? Sappiamo bene che i Comuni non hanno più i fondi economici d’un tempo, la Regione Sicilia sa dove sperperare il pubblico denaro , rimane quindi un solo ente o associazione o cosa che dir si voglia e cioè la signora Unione Maestranze !

Dal 1973 questa associazione organizza  la processione. Pongo questa domanda a lor signori delle maestranze. Siete sicuri che offrire da anni processioni disorganizzate,  senza un filo di coerenza rappresentativa, senza alcun connotato storico,  prive o quasi della componente religiosa non sia alla fine qualcosa che l’occhio del turista ha colto e che oggi da i frutti acerbi ? Non parliamo della quasi inesistente pubblicità dell’evento. Di Misteri se ne parla solo a Trapani e al di fuori dalla città falcata , solo i trapanesi emigrati o i turisti che per sbaglio vi son passati sanno qualcosa in merito !

gangster

Nulla in questa processione sa di turismo, il sito dell’Unione Maestranze, organo ufficiale riporta ancora il vecchio indirizzo e il turista che chiede info all’ Unione e le scrive …s’attacca al tram!. Non rispondono neppure con una pistola puntata! Il turista , cari consoli e affini  non è uno sprovveduto. Legge, consulta, si informa, e vedere sul web filmati che evidenziano la provincialità e la limitatezza dell’evento incidono notevolmente e non crediate che la scarsa religiosità passi inosservata ! Il sig.Vito Dolce, presidente dell’Unione Maestranze pare si sia rallegrato e si aspetta da parte mia “ onori e lodi “ per l’edizione 2016, accompagnato in questa estemporanea visione positiva del vescovo mons.Fragnelli che sul tema processionale, solo su questo per carità, fa rimpiangere persino  mons.Miccichè !  E detto da me !!!

Caro sig. Dolce non son stato a Trapani dove manco per i Misteri dal 2011, sinceramente non me la son sentita di cuccarmi ore e ore di diretta televisiva sempre uguale con la giornalista palermitana ! Sono un ignorante e non mi intendo di ciò che lei espone magnificamente ! Non posso dare un giudizio su ciò che non ho visto ma solo su ciò che ho visto e mi son bastate poche foto per capire che ormai siete ( e per me come trapanese…siamo ) alla frutta !

Crede davvero il sig.Dolce e con lui la pletora di panze parate, di esibizionisti, di improvvisati direttori di cori infantili da zecchino d’oro, di compositori di orrende e cacofoniche marce funebri a discapito delle vecchie tradizionali , di caos sempre imperante dinanzi al Purgatorio, che il turista non noti quello che notiamo in tanti che non siamo , come voi signori consoli e sottoconsoli, legati ad un concetto della processione che in questi ultimi decenni avere progressivamente e lentamente distrutto ? Crede il sig.Dolce che sinonimo di ottima riuscita sia Foto M-Marinogiungere in orario al rientro al Purgatorio e che invece si possa consentire che una processione vecchia di quattrocento anni sia aperta non dalla Confraternita che la istituì ma da esibizionisti volontari della Protezione Civile in tuta fosforescente ? A far cosa ? A rappresentarci cosa ? Crede il sig.Dolce che si possano vedere in processione cappelli dei processionanti in perfetto stile “ Al Capone “ ? Crede il sig.Dolce che sia costruttivo e turisticamente propositivo vedere sfilare corpi  bandistici con sponsorizzazioni di bar sulle divise ? A quando anche sulle mante ? Crede il sig,Dolce che per riparare i Misteri dall’acqua piovana li si copra come motociclette in una magazzino e non vi siano altre e più degne soluzioni ? Smettetela una volta per tutte e dite a chiare lettere che dei turisti non ve ne frega una beata m.;  dite chiaramente che la processione la fate solo per voi, per il vostro apparire , tanto i contributi in qualche modo arriveranno. Fregatevene se i turisti non vengono più, se sempre più trapanesi scrivono che la processione da anni fa acqua da tutte le parti; fregatevene della storia e della religiosità ! Teneteveli pure questi Misteri ma non spacciateli per trapanesi, perché la mia Trapani, caro sig.Vito Dolce e care maestranze, ha ben altra storia e aveva ben altra processione. Voi,  tutti voi , l’avete semplicemente calpestata !

Foto di F. Genovese – L. Noto – M. Marino – S. Tartaro

IMG-20160326-WA0003

Post Navigation

Lascia una risposta